Breve storia dell'Istituto

L’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Santa Maria di Monte Berico” riconosce le proprie radici storiche nel cammino formativo che la Provincia Veneta dell’Ordine dei Servi di Maria ha intrapreso all’indomani del Concilio Vaticano II.
Sorto nel 1958 come Studio Teologico presso la basilica di Monte Berico (Vicenza) come centro studi aperto ai giovani religiosi Servi di Maria provenienti dall’Italia e dalle Fondazioni all’estero, si arricchì gradualmente di varie iniziative culturali che sfociarono nella nascita delle Edizioni patristiche prima (1964) e “Servitium” poi (1966). In seguito andò a caratterizzare la propria attività accademica collaborando con l’Istituto Triveneto di Pastorale Liturgica (Padova), dove alcuni suoi docenti tenevano lezioni di mariologie e tenendo corsi d’aggiornamento di pastorale mariana in tutto il Triveneto.
Quando nel 1968, i giovani studenti Servi di Maria, per ragioni circostanziali, furono indirizzati verso la Facoltà “Marianum” di Roma ed altri centri di studio all’estero, lo Studio Teologico si aprì ai frati e religiosi del Veneto e nel 1970 ottenne dalla Facoltà Teologica “Marianum” di Roma il riconoscimento di Studio Teologico di “Santa Maria di Monte Berico”, allargando il suo servizio formativo anche ai laici, oltre che ad altri Istituti maschili e femminili.
Venne istituito un corso specifico di mariologia e nel 1972 il centro studi si configurò in “Scuola di cultura religiosa”, riconosciuta dalla Facoltà Teologica “Marianum” di Roma (che nel frattempo, il 1 gennaio 1971, aveva assunto titolo di Pontificia, assumendone contemporaneamente con esso tutti gli onori, i diritti e i doveri concessi alle altre Università e Facoltà pontificie) retta secondo le norme generali della medesima Facoltà.
Mettendo al centro i valori della fede cristiana in dialogo con la cultura contemporanea, la Scuola volle garantire agli studenti una preparazione globale nelle scienze teologiche, presentate alla luce della Rivelazione biblica, della Tradizione e del Magistero ecclesiastico.
Prevedendo un ciclo di tre anni, sistematico e completo, nel 1981 l’Istituto si strutturò come “Scuola triennale di teologia”, ampliando la sua configurazione nel 1996 ad un quadriennio teologico. Nel contempo, furono organizzati periodicamente simposi, tavole rotonde e convegni come qualificata espressione dell’Istituto e, contestualmente, complemento del santuario di Monte Berico.
Il 2 febbraio 2000, lo Studio Teologico di “Santa Maria di Monte Berico” ottiene dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica la qualifica di Istituto Superiore di Scienze Religiose, collegato alla Pontificia Facoltà Teologica “Marianum” di Roma, attraverso la quale conferisce legalmente la Laurea Magisteriale in Scienze Religiose, valida per l’abilitazione all’insegnamento alle scuole pubbliche e private. Il titolo, ad oggi, come per ogni altro titolo ecclesiastico, rilasciato dalla competente autorità, non ha valore civile. 
Nel 2009, a seguito della pubblicazione dell’Istruzione sugli Istituti Superiori di Scienze Religiose (28 giugno 2008) da parte della Congregazione dell’Educazione Cattolica, nella quale si chiedeva l’adeguamento degli Statuti degli ISSR alle norme dell’Istruzione stessa, l’ISSR “Santa Maria di Monte Berico” ha intrapreso tale adeguamento che si è concluso con l’approvazione dello Statuto aggiornato avvenuta il 31 luglio 2010.
L’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Santa Maria di Monte Berico”, si colloca così tra gli Istituti Superiori che dipendono dalla Santa Sede ed in armonia con le disposizioni della Costituzione Apostolica “Sapientia christiana”, promuove una formazione completa e globale nelle scienze religiose, con specifico orientamento in mariologia e pastorale mariana, ed offre una qualificata preparazione a quanti svolgono attività pastorali, d’animazione e d’insegnamento.